SIC - Società Impianti Calce

Cerca nel Sito

La Storia di SIC

sei in: home > Azienda > La Storia di SIC

Siamo orgogliosi di rappresentare il futuro di una tradizione che ha attraversato tre secoli della storia della calce.


lavorazione calce1840 - 1880  A Finale Ligure, un piccolo paese di pescatori della costa Ligure, dove già si praticava per antica tradizione, l’arte della produzione della calce, Antonio Ghigliazza inizia la produzione di calce con forni alimentati manualmente a legna e la esporta in botti di legno caricate su barche.

1880 - 1900  Giacomo e Angelo Ghigliazza trasferiscono la produzione di calce nella vicina cava di calcare e realizzano due forni a strati. La cava diverrà per oltre un secolo e mezzo il centro produttivo principale per la società.

1900 - 1920  I figli di Giacomo ed Angelo realizzano, utilizzando le prime esperienze realizzate nella vicina Francia, il primo e secondo forno continuo con combustione a carbone. I forni sono realizzati in cemento, hanno una sezione rotonda e una produzione di 20 T/D.

1920 - 1930  Arturo Ghigliazza costituisce e dirige il primo team di ricerca e sviluppo per le nuove tecnologie da applicare alla produzione della calce ed alla coltivazione della cava.

1933 - 
Vengono applicati per la prima volta, ai forni a carbone esistenti, sistemi di aspirazione a tubo venturi denominati “Tyfoon” che consentono di aumentare la produzione dei forni a 30 T/D. Viene inoltre realizzato il primo idratatore con corpo realizzato completamente in cemento. Il successo delle innovazioni è tale che altri produttori di calce chiedono di poter applicare anche nelle loro fabbriche tali tecnologie.

1935 -  Arturo Ghigliazza si trasferisce a Milano, grande centro industriale del nord Italia, per seguire meglio gli sviluppi delle nuove tecnologie. Parallelamente al lavoro di assistenza tecnica per la società di famiglia, avvia le attività di progettazione e costruzione degli impianti calce per altri produttori.

1936 -  Vengono realizzati in Etiopia i primi due forni italiani all’estero.

1945 -  Al termine del secondo conflitto mondiale Arturo Ghigliazza è affiancato dal nipote, Franco Accinelli, nell’attività di progettazione e realizzazione degli impianti per l’industria della calce. L’azienda di famiglia si trasforma in impresa industriale.

1945 -   La società di famiglia si trasforma in società per azioni: nasce la Fratelli Ghigliazza S.p.A. che fa capo a tre unità produttive (Finale Ligure, Genova, Lucca).

1948 -  Viene realizzato a Merano il primo forno in Italia con combustione a fuel oil.

1954 - 1955  Arriva in Italia il gas metano e iniziano le prime conversioni dei forni a carbone. Sono i primi passi di un’evoluzione che porterà alla nascita dei forni CBK.

1964 -  La Fratelli Ghigliazza S.p.A. realizza un forno da 200 T/D con combustione a fuel oil, su licenza dell’americana UCC e sotto la direzione di Franco Accinelli. Una realizzazione, per quel tempo, di ragguardevoli dimensioni.

1980 -  A seguito della crisi petrolifera l’azienda sviluppa nuove tecnologie di combustione e distribuzione del calore nei forni da calce e registra tre brevetti industriali.

1981 -  Dopo oltre 15 anni di know-how dedicato alla gestione del forno UCC e grazie all’applicazione dei nuovi brevetti per la combustione dei combustibili polverizzati, nascono i forni HPK. Una tecnologia basata sull’utilizzo di combustibili a basso valore che consente una riduzione dei consumi energetici di oltre il 20%.

1982 -  Paolo Accinelli, dopo alcuni anni di apprendistato presso le diverse unità produttive del gruppo, assume la carica di vice presidente della Fratelli Ghigliazza s.p.a. parallelamente si occupa del settore progettazione e collaudi della SIC, la Società Impianti Calce S.r.l.

1984 -  Per completare la gamma delle ormai consolidate tecnologie dei forni a singolo tino, inizia la collaborazione con un noto partner internazionale per la realizzazione dei forni a doppio tino.

1990 -  
SIC realizza il primo impianto di PCC in Messico.

1991 -  Completata la fase di studio e collaudo, SIC inizia la produzione industriale dei mulini micronizzatori della serie “S ”.

1995 -  Per conto della società petrolchimica nazionale ENI, viene realizzato uno dei più grandi impianti di produzione del latte di calce per uso chimico con una capacità di spegnimento di 30 Tonn CaO/H.

1997 -  Società Impianti Calce s.r.l. prima nel settore della progettazione degli impianti per calce, ottiene la certificazione ISO 9001.

1998 -  Lo sviluppo della tecnologia dei mulini serie “S” porta alla nascita dei separatori “HPS”. Si completa così una rivoluzione che porta ad un nuovo modo di progettare gli impianti d’idratazione.

2002 -  Per la prima volta in Europa per conto di Ciment France / Italcementi viene realizzata una linea completa per la produzione con impianti moderni, di calce idraulica destinata alla bioedilizia.

2004 -  
Viene aperto a Donietz (Ucraina) un ufficio tecnico commerciale per seguire il mercato di lingua Russa.

2007 -  Viene inaugurata la nuova sede operativa della SIC a Milano.

2009 -  Dalla joint venture con partners stranieri nasce la società controllata, STEELWORKS s.r.l. incaricata di realizzare la costruzione e il montaggio delle parti in carpenteria in ferro. Questa nuova iniziativa consente di poter offrire alla clientela progetti chiavi in mano a un costo contenuto per le parti in ferro, garantendo qualità e un unico responsabile per tutto il progetto.

Solo un continuo sviluppo tecnologico e il nostro stile di fare business possono garantire il successo per un tempo cosi lungo.